Per un'elaborazione più efficiente degli ordini, è molto importante che le posizioni in un magazzino siano facili da trovare e questo è ciò che rende i cartelli molto utili. L'utilizzo dei cartelli di posizione vi avvicina un passo in più alla raccolta degli ordini per un funzionamento senza problemi. Fornendo al numero di posizione anche una struttura logica, c'è ancora più da guadagnare nell'efficienza del lavoro. Ma come si crea una struttura logica?

Ridurre il carico cognitivo

È importante che la numerazione della posizione sia facile da comprendere. Se non è così, tutti coloro che devono navigare nel magazzino perderanno più tempo a elaborare le informazioni sulla posizione. Il modo migliore per garantire che la navigazione richieda il minor carico cognitivo possibile è quello di approfittare dei processi cognitivi comuni.

Seguire il flusso

Quando si sta organizzando un magazzino, è utile prendere in considerazione con attenzione la numerazione della posizione in precedenza. È anche utile formulare un piano di numero di posizione insieme al proprio piano di magazzino. Non appena si conosce quali percorsi saranno seguiti nel magazzino, la struttura dei numeri di posizione può prendere le sue indicazioni da questi percorsi.

Ciò assicura che non si creino confusione o dubbi quando si cerca una posizione, perché le informazioni saranno interconnesse. In questo modo, un raccoglitore di ordini può sempre contare su una sequenza logica.

Dividere

Le informazioni possono essere elaborate più velocemente quando se ne forniscono meno alla volta. Questo rende valido lo sforzo di dividere i numeri di posizione in parti più piccole, in modo che sia più facile per i raccoglitori di ordini leggere solo la parte di cui hanno bisogno.

Per questo motivo, i numeri di posizione sono spesso divisi in "pezzi. Ogni pezzo rappresenta una parte diversa della posizione. I pezzi sono spesso ordinati dal più grande al più piccolo.

Di conseguenza, il primo pezzo indica se qualcuno è nel corridoio corretto (edificio + corridoio), il secondo pezzo indica la sezione, il terzo l'altezza e, infine, le suddivisioni sullo scaffale.

La struttura di un numero di posizione appare quindi come segue:

1. Edificio
2. Corridoio
3. Numero della sezione
4. Altezza
5. Suddivisione (per scaffali)

Chunking in location numbering

Nessun segno di punteggiatura eccessivo

Anche il formato dei numeri di posizione è molto importante. Ciò significa che i tratti o i punti tra i pezzi devono essere evitati deliberatamente. Questi saranno letti e, a loro volta, comporteranno un maggiore carico cognitivo.

Aggiungere il colore (e il contrasto sufficiente)

È anche fondamentale che i numeri siano chiaramente leggibili. Per questo motivo, bisogna assicurarsi che essi Siano sufficientemente grandi e contrastino con lo sfondo sufficientemente.

Utilizzando diversi colori, la riconoscibilità di una determinata posizione può essere ulteriormente aumentata. Il colore agisce come un segnale potente, che rende inoltre facile il processo. È evidente che in JekaShop è possibile trovare etichette di posizione in vari colori.

Numero della posizione come etichetta del codice a barre

Oltre ai metodi di cui sopra per rendere il proprio layout di magazzino il più efficiente possibile, ci sono diversi altri modi per limitare gli errori durante la raccolta degli ordini. Per esempio, considerate di utilizzare un’etichetta con codice a barre e/o un numero di controllo.